AFRICA/EGITTO - “Il massacro dei copti è una risposta al discorso del Presidente al-Sisi in Arabia Saudita”
29/05/2017

Il Cairo - “Il massacro di cristiani copti è una risposta dei terroristi al discorso che il Presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha tenuto alla conferenza tra gli Stati Uniti e il mondo arabo islamico che si è svolta la settimana scorsa in Arabia Saudita” dice all’Agenzia Fides p. Rafic Greiche, sacerdote greco-cattolico e responsabile delle comunicazioni per i Vescovi dell’Egitto, commentando il massacro di almeno 29 copti commesso ieri, 26 maggio, da una decina di jihadisti nella località di Minya, nel sud dell’Egitto.
“Si è trattato di un discorso molto forte e franco contro l’integralismo e il radicalismo” spiega p. Greiche. “Penso inoltre- aggiunge il sacerdote- che i terroristi cerchino di dividere la popolazione egiziana seminando la divisione tra cristiani e musulmani. Finora non ci sono riusciti, anzi la popolazione si unisce nel respingere la violenza”.
Secondo p. Greiche “i terroristi hanno un obiettivo a lungo termine: quello di espellere i cristiani dall’Egitto come è avvenuto in Iraq, dove non appena lo Stato Islamico ha conquistato Mosul la prima cosa che ha fatto è stata quella di cacciare tutti i cristiani. La stessa cosa è avvenuta in Siria, in Sudan, e ora si cerca di farlo in Egitto che possiede la prima comunità cristiana del Medio Oriente e la più grande comunità islamica del mondo arabo”.
“I cristiani del resto del mondo possono aiutarci in primo luogo con la preghiera. Poi non permettendo che il radicalismo religioso e il terrorismo islamista attecchisca nei loro Paesi. Si deve promuovere un discorso religioso moderato non solo in Egitto ma anche in Europa: nelle moschee europee ci sono Imam che fanno discorsi radicali e incendiari. Infine aiutateci a far sì che i nostri fedeli possono ottenere maggiore istruzione” conclude p. Greiche.
AMERICA - Pregare e lavorare con insistenza per raggiungere l'unità visibile dei cristiani
29/05/2017

San Paolo - La ricchezza e la diversità delle Chiese cristiane deve essere motivo per avvicinare le diverse denominazioni religiose e non per allontanarsi: questo il messaggio centrale del Consiglio nazionale delle Chiese Cristiane del Brasile in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si celebra dal 28 maggio, solennità dell’Ascensione del Signore, a domenica 4 giugno, Pentecoste. In molti paesi dell’America latina la Settimana per lunità dei cristiani viene infatti celebrata prima o dopo la Pentecoste. Il tema scelto quest’anno è “Riconciliazione: l’amore di Cristo ci spinge – Celebrazione del 500° anniversario della Riforma”.
"Il movimento della Riforma non fu esente da conflitti ed estremismo religioso, causato dalle parti coinvolte. E' proprio a causa di questi conflitti che la parola riconciliazione diventa centrale nella riflessione su questi 500 anni" afferma il testo firmato dai rappresentanti delle Chiese cristiane del Brasile.
Anche in Bolivia la Settimana di preghiera si celebrerà dal 28 maggio sullo stesso tema, ricordando il 500° anniversario della Riforma. Ogni giurisdizione ha preparato il proprio programma di iniziative.
In Cile invece la Settimana di preghiera avrà inizio a Pentecoste, il 4 giugno, per concludersi la domenica seguente, 11 giugno. “Quest'anno, la Settimana di preghiera ci chiama a lasciarci riconciliare con Dio e a riconciliarci tra di noi. Alla luce della Parola di Dio citata nel tema, preghiamo e lavoriamo costantemente per raggiungere l'unità visibile” esorta Sua Ecc. Mons. Jorge Vega Velasco, Vescovo di Illapel, Presidente della Commissione nazionale per l’ecumenismo.
Il Vescovo di San José, Mons. Arturo Fajardo, Presidente del Consiglio delle Chiese cristiane dell'Uruguay presenterà la sua riflessione durante la celebrazione ecumenica che il 1° giugno si terrà presso la Chiesa luterana della Congregazione Evangelica tedesca di Montevideo, nell’ambito della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani. I membri delle Chiese cristiane dell’Uruguay si incontreranno quindi per riflettere sul tema della Settimana e per far avanzare il dialogo tra le diverse confessioni.
ASIA/SRI LANKA - Alluvioni e smottamenti nel sud del Paese: migliaia di sfollati
29/05/2017

Colombo – Continua ad aumentare lo stato di emergenza causato dalle piogge torrenziali che hanno provocato disastrosi alluvioni e smottamenti nel sud del Paese. Il Centro per la gestione dei disastri dello Sri Lanka ha indicato che le persone evacuate dalle zone inondate sono quasi 22 mila. Secondo un bilancio ancora provvisorio sono stati registrati almeno 91 morti accertati e 110 dispersi. La maggior parte delle vittime appartengono ai soli due distretti di Ratnapura e Kalutara, ad un centinaio di chilometri a sud della capitale. A Rathnapura il fiume Kalu ha rotto gli argini e si è riversato in tutta la città. La popolazione che vive vicino a corsi d’acqua o sotto pendii è stata invitata ad allontanarsi, mentre elicotteri e imbarcazioni della marina cercano persone bloccate dalle acque sui tetti.

AMERICA/PANAMA - Prima colletta nazionale decisa dai Vescovi per sostenere i media cattolici
29/05/2017

Panama city – La Conferenza Episcopale di Panama ha deciso di realizzare, per la prima volta, una colletta nazionale in tutte le comunità del paese, a favore dci mezzi di comunicazione cattolici. Tale colletta avrà luogo nel contesto dalla 51.ma Giornata delle Comunicazioni Sociali, che si celebra nella solennità dell’Ascensione del Signore, quindi a Panama e in altre nazioni domenica 28 maggio. La Giornata delle comunicazioni sociali è stata l’unica Giornata stabilita dal Concilio Ecumenico Vaticano II, attraverso il decreto Inter Mirifica, per affermare la responsabilità dei fedeli di sostenere e incoraggiare i mezzi di comunicazione cattolici.
I Vescovi panamensi ricordano il Messaggio di Papa Francesco per questa circostanza, intitolato “Non temere, perché io sono con te" - Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo” e, secondo il comunicato pervenuto a Fides, esortano i fedeli a sostenere con generosità questa colletta, che si terrà in tutte le messe celebrate nelle parrocchie di ogni diocesi, per sentirsi responsabili dei media cattolici. Questi infatti “consentono alla Chiesa cattolica di formare, informare e promuovere una opinione pubblica che sia in sintonia con la legge naturale e con la dottrina e i precetti cattolici, e allo stesso tempo, di diffondere e approfondire correttamente gli eventi legati alla vita della Chiesa, nel rispetto dei linguaggi e delle dinamiche di ogni mezzo di comunicazione e garantendo la loro professionalità”.
Link utili
LA REGISTRAZIONE
Titolo
Nome*
Cognome*
Email Ufficiale*
Email Personale
Ruolo*
Nazione*
Città*
Diocesi*
Telefono
Indirizzo
Codice Postale
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
...il cuore dell'animazione
e della cooperazione missionaria...
PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
... aprire il cuore di ogni credente
alla vastità dell'orizzonte missionario
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DELLA SANTA INFANZIA
... solidarietà condivisione universale
spirituale e materiale dei bambini nel nome di Gesù
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
...suscitare nella Chiesa la passione per la missione
e muovere le comunità cristiane a cooperare all’evangelizzazione...
POPF
PONTIFICIA OPERA
DELLA PROPAGAZIONE
DELLA FEDE
L’impegno della Propagazione della Fede è suscitare nel popolo di Dio uno spirito autenticamente universale per far crescere nelle Chiese locali una coscienza missionaria secondo il respiro naturale della Chiesa.
POSPA
PONTIFICIA OPERA
DI SAN PIETRO
APOSTOLO
L’Opera di San Pietro collabora
alla crescita delle giovani
chiese sostenendo
finanziariamente la costruzione
di nuovi seminari,e i programmi
di formazione dei nuovi sacerdoti,
religiosi e suore locali.
POSI
PONTIFICIA OPERA
DELL' INFANZIA
MISSIONARIA
L’Opera dell’Infanzia Missionaria o Santa Infanzia porta i bambini alla scoperta dello spirito missionario e insegna loro ad aiutare con la preghiera e con piccoli sacrifici materiali i loro coetanei nel mondo.
PUM
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
L’Unione Missionaria, anima delle altre Opere Missionarie, è un’associazione di clero, religiosi/e e laici, che si propone di suscitare nella Chiesa la passione per la missione, di contribuire alla formazione missionaria e a spingere le comunità cristiane a cooperare e prendere parte attiva all’attività di evangelizzazione.

AMMINISTRAZIONE DEI SEGRETARIATI
-

PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT ©2017PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE TUTTI I DIRITTI RISERVATI