ASIA/GIORDANIA - Omicidio Hattar: l'Amministratore apostolico Pizzaballa porterà le condoglianze alla famiglia dello scrittore ucciso
29/09/2016

Amman – La prima visita ufficiale nel Regno Hascemita dell'Arcivescovo Pierbattista Pizzaballa OFM, nuovo Amministratore apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme, avverrà in forma sobria, mantenendo i riti religiosi programmati ma eliminando tutti i momenti celebrativi e di festa, tenendo conto delle “difficoltà che sta atraversando la Giordania” e soprattutto dei sentimenti di lutto vissuti dalla famiglia dell'intellettuale Nahed Hatter, ucciso domenica scorsa davanti al tribunale di Amman. Lo ha reso noto il Vicariato per la Giordania del Patriarcato latino di Gerusalemme, aggiungendo che venerdì 30 settembre, durante la visita in Giordania, l'Arcivescovo Pizzaballa visiterà anche Fuhieis e in quell'occasione si recherà anche a portare personalment le condoglianze alla famiglia dello scrittore assassinato.
Nahed Hattar apparteneva a una famiglia cattolica di rito latino, ma non era credente. Già da studente era conosciuto per la sua adesione militante a posizioni politiche di sinistra. Ad agosto, Hattar era stato chiamato a giudizio per aver condiviso su facebook una vignetta intitolata “il dio di Daesh”, in cui si ritraeva un noto jihadista legato all'auto-proclamato Stato Islamico e recentemente ucciso da un raid americano, mentre nella sua tenda in paradiso, a letto con due donne, ordinava a Dio in maniera sprezzante di portargli un bicchiere di vino. Il rilancio della vignetta da parte del noto attivista politico aveva scatenato polemiche sui social media. Hattar era stato anche rinviato a giudizio, pure con l'accusa di aver diffuso “materiale inteso a colpire il sentimento e il credo religioso”. Domenica mattina, proprio mentre si recava al tribunale di Amman per un'udienza relativa a tale caso controverso, è stato ucciso con tre colpi di pistola da un killer sconosciuto, che dopo avergli sparato è riuscito a dileguarsi, facendo perdere le sue tracce. .
AFRICA/SENEGAL - Migrazione in Africa: convegno promosso da organizzazioni cattoliche
29/09/2016


Dakar - Il Senegal ospiterà un incontro regionale sulla migrazione intra e interregionale in Africa, promosso dalla rete Migration et Développement de la Société Civile en Afrique . Secondo il comunicato inviato all’Agenzia Fides, il meeting si terra il 3 e 4 ottobre a Dakar. Al centro dei lavori ci sarà il ruolo della società civile nella protezione dei diritti dei migranti.
I temi in discussione: le procedure che garantiscono la mobilità nelle diverse regioni dell’Africa; il riconoscimento del ruolo della società civile nell’attuazione e nel controllo degli accordi di libera circolazione; gli sviluppi del piano d’azione di La Vallette e il ruolo che ha in esso la società civile.
I partecipanti provengono dai Paesi dell’Africa occidentale e centrale, dal Maghreb e dall’Europa, in rappresentanza di organizzazioni per i diritti umani, per lo sviluppo, per il lavoro e di diverse organizzazioni di migranti e della diaspora, di autorità pubbliche e di molteplici organizzazioni internazionali.
MADE Afrique è diretta da Caritas Senegal, che fa parte della rete Migrazione e Sviluppo della Società Civile, creata dalla Commissione Internazionale Cattolica per le Migrazioni .
AMERICA/MESSICO - Migliaia di haitiani alla frontiera con gli USA: necessario maggior sostegno del governo messicano
29/09/2016

Tijuana – In questo anno 2016 sono 7.800 gli haitiani arrivati in Messico dal Guatemala nel loro tentativo di raggiungere gli Stati Uniti, come informano le autorità messicane dell'immigrazione. L'Istituto Nazionale della Migrazione afferma che 1.701 persone provengono da paesi africani e 3.753 da paesi asiatici, secondo il timbro d'ingresso al Centro di immigrazione della città di Tapachula, al confine con il Guatemala.
Poichè i migranti non possono essere rimpatriati, il Messico concede loro un visto temporaneo di 20 giorni per attraversare il paese e raggiungere così gli Stati Uniti, la loro destinazione finale. Tuttavia la settimana scorsa il governo degli Stati Uniti ha intensificato i suoi sforzi per espellere gli haitiani, arrivati a migliaia negli ultimi mesi attraverso i valichi di confine della California con il Messico.
Diverse segnalazioni sono pervenute a Fides sulla difficile situazione. A Tijuana, città messicana vicino alla frontiera statunitense, gli haitiani devono attendere fino a tre settimane per ottenere un appuntamento per presentare il proprio caso alle autorità del Bureau of Customs and Border Protection degli Stati Uniti. Nel frattempo molti sono costretti a cercare dove dormire e mangiare in questa città messicana.
Padre Patrick Murphy, dei missionari Scalabriniani , Coordinatore generale della rete case dei migranti, che gestisce la Casa del Migrante a Tijuana, ha già accolto migliaia di haitiani in attesa di un appuntamento con le autorità, ma ritiene che serva maggiore sostegno da parte del governo messicano: "non solo perché è necessario, ma perché questa situazione è solo al inizio" ha detto. In questi giorni si sta attivando un coordinamento della Chiesa cattolica con membri di altre Chiese cristiane per aiutare gli haitiani dalla parte degli USA, in modo particolare nella zona di Baja California.

AFRICA/SUDAFRICA - “Sussidi statali per permettere ai più poveri l’istruzione superiore” chiesti dai Vescovi
29/09/2016


Johannesburg - “Auspichiamo un piano realistico per rendere possibile alle famiglie povere e della classe operaia di avere accesso all’istruzione superiore dopo il 2017” affermano i Vescovi del Sudafrica, dopo che il Ministro dell’educazione BE Nzimande ha annunciato un aumento delle tasse universitarie e dei college non superiore all’8% per il prossimo anno. Il Ministro ha altresì affermato che le tasse non aumenteranno per gli studenti che ricevano prestiti dal National Student Financial Aid Scheme e che il governo fornirà sussidi agli studenti delle famiglie più povere.
Nel comunicato, giunto all’Agenzia Fides, la Southern African Catholic Bishops’ Conference afferma che “mentre i provvedimenti ad interim del governo non forniscono una soluzione duratura per un modello di finanziamento del sistema educativo”, quindi i Vescovi chiedono “una speciale attenzione per gli studenti poveri che in questo momento non possono o hanno grandi difficoltà a pagare le rette”, invocando la concessione di sussidi governativi ai più poveri in modo che possano coprire interamente il pagamento della retta scolastica.
I Vescovi lanciano infine un appello alla calma e alla discussione pacifica: “Siamo consapevoli che le misure provvisorie del governo non saranno ben accettate da tutti e auspichiamo un dialogo aperto e onesto tra tutte le parti in causa per trovare una via d’uscita”.
“Condanniamo l’escalation della violenza nei campus e il vandalismo che distrugge le risorse investite per educare i futuri leader dell’intera nazione. La violenza porta più male che bene alla nostra nazione. Chiediamo una leadership maggiormente etica da parte di tutti, inclusi i custodi delle legge e dell’ordine” concludono.
Link utili
LA REGISTRAZIONE
Titolo
Nome*
Cognome*
Email Ufficiale*
Email Personale
Ruolo*
Nazione*
Città*
Diocesi*
Telefono
Indirizzo
Codice Postale
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

Pontificie Opere Missionarie
SEGRETARIATI INTERNAZIONALI
PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
...il cuore dell'animazione
e della cooperazione missionaria...
PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
... aprire il cuore di ogni credente
alla vastità dell'orizzonte missionario
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DELLA SANTA INFANZIA
... solidarietà condivisione universale
spirituale e materiale dei bambini nel nome di Gesù
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
...suscitare nella Chiesa la passione per la missione
e muovere le comunità cristiane a cooperare all’evangelizzazione...
POPF
PONTIFICIA OPERA
DELLA PROPAGAZIONE
DELLA FEDE
L’impegno della Propagazione della Fede è suscitare nel popolo di Dio uno spirito autenticamente universale per far crescere nelle Chiese locali una coscienza missionaria secondo il respiro naturale della Chiesa.
POSPA
PONTIFICIA OPERA
DI SAN PIETRO
APOSTOLO
L’Opera di San Pietro collabora
alla crescita delle giovani
chiese sostenendo
finanziariamente la costruzione
di nuovi seminari,e i programmi
di formazione dei nuovi sacerdoti,
religiosi e suore locali.
POSI
PONTIFICIA OPERA
DELL' INFANZIA
MISSIONARIA
L’Opera dell’Infanzia Missionaria o Santa Infanzia porta i bambini alla scoperta dello spirito missionario e insegna loro ad aiutare con la preghiera e con piccoli sacrifici materiali i loro coetanei nel mondo.
PUM
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
L’Unione Missionaria, anima delle altre Opere Missionarie, è un’associazione di clero, religiosi/e e laici, che si propone di suscitare nella Chiesa la passione per la missione, di contribuire alla formazione missionaria e a spingere le comunità cristiane a cooperare e prendere parte attiva all’attività di evangelizzazione.

AMMINISTRAZIONE DEI SEGRETARIATI
-

PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT ©2016PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE ALL RIGHTS RESERVED