AFRICA/NIGERIA - “Sicurezza precaria e infrastrutture inesistenti nelle aree liberate da Boko Haram” denuncia il Vescovo di Yola
02/07/2015

Abuja - “Molti rifugiati vorrebbero tornare ai loro villaggi e riprendere a lavorare nei campi, ma diverse aree formalmente liberate da Boko Haram sono ancora pericolose” afferma Sua Ecc. Mons. Stephen Dami Mamza, Vescovo di Yola nel nord-est della Nigeria, in un’intervista all’Agenzia Kna. Dal settembre al dicembre 2014, Boko Haram aveva conquistato sette grandi comuni nello Stato di Adamawa. Decine di migliaia di persone erano fuggite nella capitale, Yola.
Grazie all’offensiva dell’esercito nigeriano e di quelli dei Paesi confinanti nelle ultime settimane diversi territori sono stati liberati dalla presenza dei miliziani di Boko Haram. La situazione però non è ancora stabilizzata.
Secondo il Vescovo, una delle aree più pericolose è quella nei pressi della foresta Sambisa. Mons. Mamza lamenta, oltre ai continui attacchi da parte dei terroristi, la mancata ricostruzione delle infrastrutture pubbliche da parte delle agenzie governative. In particolare è il settore sanitario a destare la maggiore preoccupazione del Vescovo: “La maggior parte degli ospedali e delle farmacie sono ancora chiusi, così malattie relativamente semplici da curare possono causare gravi problemi”.
AMERICA/BRASILE - L’indifferenza dello stato di fronte ad una situazione di ingiustizia denunciata dal Vescovo di Dourados
02/07/2015

Dourados - “Per l’ennesima volta il territorio della diocesi di Dourados è diventato teatro di scontri tra indigeni e agricoltori, rivelando l’indifferenza e la disumanità del potere esecutivo e del potere giudiziario di fronte ad una situazione di ingiustizia che preoccupa tutti”: inizia così la dichiarazione del Vescovo di Dourados, Sua Ecc. Mons. Redovino Rizzardo, sui recenti conflitti verificatisi nella sua diocesi, nel Mato Grosso do Sul, pervenuta a Fides.
Il Vescovo ricorda che la diocesi di Dourados è abitata da 35.000 indios confinati in villaggi dove non sono in grado di provvedere al loro sostentamento e da un numero uguale o maggiore di agricoltori, che legalmente hanno acquistato le loro proprietà di cui hanno bisogno per vivere. Negli ultimi 15 anni da quando ha assunto il servizio pastorale della diocesi, “innumerevoli volte noi Vescovi del Mato Grosso do Sul abbiamo unito le nostre voci a quelle di coloro che presentavano come soluzione valida e accettata da entrambe le parti, l'acquisto di terreni da parte del governo federale, per offrirli agli indigeni perchè da questi possano trarre il loro sostentamento”.
Purtroppo da lungo tempo, commenta il Vescovo, “le promesse fatte dal governo centrale per trovare una soluzione alla ‘questione indigena’ sono rimaste sulla carta, i gruppi di lavoro organizzati per trovare una soluzione al problema, non hanno funzionato…In una parola, lo Stato sembra non avere alcuna intenzione di agire”. I Vescovi del Mato Grosso do Sul ribadiscono comunque la loro posizione “contro l'uso della forza e della violenza perpetrata dai più forti contro i più deboli”.
Mons. Rizzardo lancia quindi un appello ai contadini e agli indios cristiani perchè, “uniti nella solidarietà, uniscano le loro forze per esercitare pressioni sulle autorità civili e giudiziarie, al fine di ottenere la pace tanto desiderata per tutti, basata sulla giustizia”.
ASIA/IRAQ - A Erbil una Conferenza internazionale per fondare la “Lega dei Caldei”
02/07/2015

Erbil – Inizia oggi a Erbil, e si protrae fino al 3 luglio, la Conferenza internazionale di fondazione della “Lega dei Caldei”, organismo fortemente voluto dal Patriarca caldeo Louis Raphael I come strumento votato ad affrontare le problematiche politiche e sociali che coinvolgono le comunità caldee in tutto il mondo. Alla Conferenza fondativa, oltre al Patriarca, partecipano rappresentanti delle comunità caldee provenienti da tutto il mondo, insieme ai Vescovi caldei dell'Iraq e ad altri Vescovi caldei venuti dall'estero, come il gesuita siriano Antoine Audo, Vescovo caldeo di Aleppo. All'ordine del giorno, l'approvazione definitiva dei regolamenti dell'associazione e la creazione degli organismi interni. Al termine della Conferenza verrà diffusa una dichiarazione finale per riassumere finalità e campi d'azione della nuova organizzazione.
L'intento dell'associazione è soprattutto quello di coinvolgere professionisti, intellettuali ed esperti competenti nelle varie discipline per rappresentare in maniera coordinata e organica le istanze della comunità caldea nella società civile, a livello locale e internazionale. In un momento delicato come quello presente, in cui la stessa unità nazionale irachena è messa in discussione da spinte centrifughe di ogni genere, l'associazione si propone di consolidare i fondamenti della coesistenza e nel contempo difendere i diritti dei caldei, ponendosi anche come “strumento di pressione” sui processi decisionali che condizionano la convivenza civile. La nuova organizzazione potrà partecipare con propri rappresentanti ai forum internazionali e dovrà mantenere un profilo indipendente rispetto a sigle e partiti politici. Le risorse finanziarie dovranno provenire soltanto da donazioni private e dalla raccolta delle quote d'iscrizione.
Nel febbraio 2014 era stato il Patriarca caldeo Louis Raphael I a lanciare il progetto di un'associazione concepita come strumento per favorire il contributo dei caldei alla società civile e aiutare l'Iraq a vincere le derive del settarismo confessionale e etnico .
ASIA/INDIA - Una emittente radiofonica per aiutare gli agricoltori del Bundelkhand
02/07/2015

Tikamgarh – Radio Bundelkhand, emittente che trasmette dal centro dell’India, ha circa 250 mila ascoltatori, dei quali il 99% sono agricoltori, distruibuiti nella decina di villaggi che formano Bundelkhand, regione agricola tra Madhya Pradesh e Uttar Pradesh. Questa vasta regione è abitata da circa 18 milioni di persone. Secondo la Commissione per la Pianificazione dell’India, la perdita della fertilità del suolo, a causa dei cambiamenti climatici e dell’impoverimento delle acque sotterranee, ha reso molto difficile la vita per chi lavora la terra. La maggior parte degli agricoltori hanno perso la metà delle colture a causa delle forti piogge inattese. Obiettivo dell’emittente è aiutare le comunità più trascurate a far sentire la propria voce in una zona abituata a ricevere solo cattive notizie. Le forti siccità infatti, non solo hanno danneggiato le coltivazioni ma sono anche state causa di tanti suicidi tra gli agricoltori che hanno visto andare persi i propri raccolti. I villaggi raggiunti dall’emittente appartengono a Stati diversi ma tutti nella regione di Bundelkhand e condividono cultura, tradizioni e dialetto. Circa il 75% dei programmi sono dedicati a temi agrari, come tecniche agricole, controllo dei pesticida, prezzi di mercato, pronostici climatici. Inoltre, in questa regione dove i blackout durano tra 8 e 10 ore e dove solo il 48% delle donne e il 70% degli uomini sanno leggere e scrivere, la radio è una opzione di grande valore rispetto a televisione o giornali.
Link utili
LA REGISTRAZIONE
ID utente*
Password*
Conferma Password*
Titolo
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Codice Postale
Città*
Paese*
Telefono
Skype
Email(1)*
Email(2)
Website(1)
Website(2)
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

Pontificie Opere Missionarie
SEGRETARIATI INTERNAZIONALI
PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
...il cuore dell'animazione
e della cooperazione missionaria...
PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
... aprire il cuore di ogni credente
alla vastità dell'orizzonte missionario
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DELLA SANTA INFANZIA
... solidarietà condivisione universale
spirituale e materiale dei bambini nel nome di Gesù
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
...suscitare nella Chiesa la passione per la missione
e muovere le comunità cristiane a cooperare all’evangelizzazione...
POPF
PONTIFICIA OPERA
DELLA PROPAGAZIONE
DELLA FEDE
L’impegno della Propagazione della Fede è suscitare nel popolo di Dio uno spirito autenticamente universale per far crescere nelle Chiese locali una coscienza missionaria secondo il respiro naturale della Chiesa.
POSPA
PONTIFICIA OPERA
DI SAN PIETRO
APOSTOLO
L’Opera di San Pietro collabora
alla crescita delle giovani
chiese sostenendo
finanziariamente la costruzione
di nuovi seminari,e i programmi
di formazione dei nuovi sacerdoti,
religiosi e suore locali.
POSI
PONTIFICIA OPERA
DELL' INFANZIA
MISSIONARIA
L’Opera dell’Infanzia Missionaria o Santa Infanzia porta i bambini alla scoperta dello spirito missionario e insegna loro ad aiutare con la preghiera e con piccoli sacrifici materiali i loro coetanei nel mondo.
PUM
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
L’Unione Missionaria, anima delle altre Opere Missionarie, è un’associazione di clero, religiosi/e e laici, che si propone di suscitare nella Chiesa la passione per la missione, di contribuire alla formazione missionaria e a spingere le comunità cristiane a cooperare e prendere parte attiva all’attività di evangelizzazione.




Gli eventi del Mese...
01
INTENZIONI MISSIONARIE DI PREGHIERA 2015

Universale:
Perché la responsabilità politica sia vissuta a tutti i livelli come forma alta di carità.

Per l’evangelizzazione:
Perché i cristiani in America Latina, di fronte alle disuguaglianze sociali, possano dare testimonianza di amore per i poveri e contribuire ad una società più fraterna.
09
Celebrazione della festa dei 120 martiri cinesi, tra cui San Paul Tchen, educato grazie alla Santa Infanzia, divenuto seminarista, fu decapitato nel 1861 durante le persecuzioni contro i cattolici, primo martire appartenente all’Opera. Canonizzato nel 2000 da Papa Giovanni Paolo II.
22
216° anniversario della nascita di Pauline M. Jaricot (1799)
02
s. Aronne

News

Link utili


LE PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE NEL MONDO
I nostri contatti


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: - E-mail: amministrazione@ppoomm.va


PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80108 E-mail: vati177@propfidei.va


PONTIFICIA OPERA DELL'INFANZIA MISSIONARIA
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80276 E-mail: vati176@poim.va


PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80276 E-mail: bigard@pospa.va


PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80124 E-mail: pum@org.va


AMMINISTRAZIONE DELLE PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE

Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80134 E-mail: amministrazione@ppoomm.va


CALL CENTER
HELP ON LINE

Tel: (0039)06 698 80228 E-mail: info.portal@ppoomm.va


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT © 2015 PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE ALL RIGHTS RESERVED
ALGERIE BENIN BURUNDI CAMEROUN CÔTE D'IVOIRE ETHIOPIA GABON GHANA GUINEE GUINEA BISSAU GUINEA EQUATORIALE KENYA LESOTHO LIBERIA MADAGASCAR MALAWI MALI MAROC MOZAMBICO NAMIBIA NIGERIA UGANDA ZIMBABWE RWANDA SCOTLAND SUDAN TANZANIA TOGO TUNISIE ZAMBIA EGYPTE ERITREA BOLIVIA CHILE COLOMBIA COSTA RICA ECUADOR GUATEMALA HONDURAS MEXICO NICARAGUA PANAMA PARAGUAY PERU' VENEZUELA BRASILE HAITI URUGUAY ARGENTINA EL SALVADOR PUERTO RICO CUBA ANTILLES GUYANA FRANCESE BANGLADESH MYANMAR INDIA INDONESIA JAPAN MALAYSIA PAKISTAN PHILIPPINES SIERRA LEONE SRI LANKA TAIWAN THAILANDIA TIMOR VIETNAM TERRA SANTA IRAN TURCHIA KAZAKISTAN AUSTRIA BELGIQUE ENGLAND FRANCE GRECE ITALIA SVIZZERA PORTOGALLO SPAGNA IRELAND MALTA POLONIA ROMANIA BOSNIA & ERZEGOVINA CROAZIA SLOVENIA SLOVACCHIA UNGHERIA LUXEMBOURG PRINCIPATO DI MONACO PAPUA NEW GUINEA NEW ZEALAND AUSTRALIA SOUTH AFRICA REP. DU CONGO REPUBLIQUE CENTRAFRICAINE REP. DEM. DU CONGO REP. DOMINICANA LIBANO OLANDA SCOTLAND ILE MAURICE TCHAD REPUBBLICA CECA CANADA CANADA GERMANIA GERMANIA ANGOLA NIGER SENEGAL U.S.A. SCANDINAVIA NOUVELLE CALEDONIE KOREA CABO VERDE