ASIA/INDIA - Nell'Anno santo due nuovi sacerdoti in Orissa, teatro di violenza anticristiana
12/02/2016

Bhubaneswar - "Un dono e una benedizione, nell'Anno della Misericordia": così l'Arcivescovo di Cuttack-Bhubaneswar, in Orissa, Sua Ecc. Mons. John Barwa, ha definito i due nuovi preti ordinati nel distretto di Kandhamal, che fu teatro di orribile violenza anticristiana. Come appreso da Fides, si tratta di due frati francescani cappuccini: p. Bonifacio Kanhar OFMCap e p. Chandulal Baliarsingh OFM Cap, che sono stati ordinati da Mons. Barwa l'8 febbraio a Simon Badi, nel distretto di Kandhamal, che è parte della diocesi di Cuttack-Bhubaneswar. I nuovi sacerdoti appartengono alla provincia cappuccina di Andhra-Orissa. Alla celebrazione di ordinazione hanno preso parte circa 50 sacerdoti e oltre 1500 fedeli.
Entrambi i nuovi sacerdoti provengono proprio dal territorio di Kandhamal, luogo dove nel 2008 si è registrata la peggiore violenza anticristiana nella storia dell'India moderna. La violenza mirata contro i cristiani durò quasi quattro mesi e fece oltre 90 vittime, lasciando 50.000 senzatetto.
L'Arcivescovo Barwa ha ricordato che "tutti siamo chiamati a essere strumenti della misericordia di Dio. Anche p.Kanhar e p.Baliarsingh e le loro famiglie sono state colpite dalla violenza. Loro reazione è stata la misericordia".
"Ringrazio Dio per il dono del sacerdozio per me e per la Chiesa" ha detto padre Kanhar ricordando i tempi difficili della persecuzione del 2008. Sua sorella più giovane è una suora di San Giuseppe di Annecy e un loro zio è sacerdote della diocesi di Cuttack-Bhubaneswar.
"Ringraziamo i nostri genitori, i familiari e i sacerdoti che ci hanno incoraggiato a seguire questa vocazione nel corso degli anni. Chiediamo a tutti di pregare per noi, perchè possiamo servire Dio e la Chiesa con misericordia" ha detto padre Boliarsingh.
AMERICA/STATI UNITI - Rimosso il mega cartello per la visita del Papa “Le vite degli immigrati sono importanti”
12/02/2016

El Paso – "La Rete di Frontiera per i Diritti Umani e i residenti della zona di frontiera sono profondamente delusi per la decisione presa dalla International Boundary and Water Commission di rimuovere il mega-cartello ‘#Immigrant Lives Matter’ collocato da alcuni membri della comunità su questo lato del confine tra Stati Uniti e Messico, proprio di fronte al luogo dove Papa Francsco celebrerà la Messa il 17 febbraio" , così si legge nel comunicato di questo gruppo.
"La decisione è chiaramente di sopprimere la libertà di parola e quindi violare il nostro primo emendamento proprio della Costituzione degli Stati Uniti. La Rete di Frontiera per i Diritti Umani disapprova le azioni intraprese finora da questo ente, e chiede che sia considerato il fatto che la nostra organizzazione abbia sempre seguito i protocolli stabiliti localmente e abbia ottenuto i permessi necessari per affiggere il cartello, proprio come abbiamo fatto in passato" continua il testo inviato a Fides. Per reclamare il diritto alla libertà di parola, si terrà una conferenza stampa oggi alle 12 a Chamizal Park, dove decine di residenti si riuniranno per riportare il mega-cartello.
Il gruppo umanitario Rete di Frontiera per i Diritti Umani, insieme alla Chiesa cattolica, è impegnato da diversi anni ad assistere i migranti che arrivano negli Stati Uniti dal Centro America.

AMERICA/COLOMBIA - Alla diocesi di Cucuta l’amministrazione della refezione scolastica della città
12/02/2016

Cucuta – Non ci sono ancora pronunciamenti da parte della COSPA della diocesi colombiana di Cucuta, dopo la notizia, diffusa lunedì 8 febbraio, di poter amministrare da sola il Programma di alimentazione scolastica per questo anno 2016. Dovrà quindi provvedere ad assicurare la colazione ed il pranzo ai 58.021 studenti delle scuole elementari di Cucuta, in gran parte gestite dalla Chiesa.
L’annuncio è stato dato dal sindaco di Cucuta, cogliendo tutti di sorpresa, in quanto si pensava ad una gestione da parte di privati o mista con il governo, e ha colto di sorpresa la stessa COSPA, che lo stesso giorno si è radunata per revisionare gli obblighi contrattuali. Si attende ora un pronunciamento del Vescovo di Cucuta, Sua Ecc. Mons. Víctor Manuel Ochoa Cadavid, su questa responsabilità.
La Colombia vive da tempo una grave situazione di corruzione a tutti i livelli. E’ recente la notizia della richiesta di una tangente alla Chiesa per aiutare e sfamare i bambini malnutriti, come nel caso di La Guajira .

AFRICA/SUD SUDAN - Istruzione e generi alimentari, non bombe, per i rifugiati sudanesi
12/02/2016

Yida - Circa il 60% dei rifugiati sudanesi sono minori, alla ricerca di una opportunità per completare la scuola in Sud Sudan. Una delle prime tappe per le persone in fuga dal conflitto nella regione sudanese del Kordofan meridionale è la città di Yida, 20 chilometri oltre il confine. La città accoglie più di 70 mila profughi sudanesi che hanno costruito le loro case e attività, e che si sono inseriti all’interno della comunità locale. Ma ora, nel tentativo di decongestionare la città e fornire servizi migliori, il governo, insieme ai partner umanitari, stanno cercando di convincerli a trasferirsi in un campo ufficiale a Ajuong Thok, più a sud, nello Stato di Unity, aperto nel 2013. Attualmente il campo ospita 31 mila persone e si prevede che, con la fine della stagione delle piogge che faciliterà l’attraversamento del confine, si estenderà ulteriormente.
Il governo ha invitato la popolazione a spostarsi per un paio di anni, tuttavia i rifugiati non intendono muoversi perché la vita a Yida è più economica. L’unico aspetto negativo è che qui le organizzazioni umanitarie forniscono solo cibo di emergenza e non l’intera gamma dei servizi disponibili a Ajuong Thok. Yida è un importante centro economico sia per i locali che per i rifugiati. Ci sono mercati, aziende agricole, servizi di trasporto e scuole di base. I combattenti ribelli dei gruppi JEM e SPLM-N sono una presenza costante nella cittadina, e alcuni di loro hanno anche parenti tra i rifugiati. Ajuong Thonk ha le sue attrattive, strade, un centro di assistenza sanitaria di base, tre scuole elementari, una scuola secondaria e un laboratorio informatico.
Qui, circa 11 mila studenti ricevono istruzione primaria e secondaria, sostenuti da organizzazioni non governative, l’UNHCR e il governo del Sud Sudan. Tuttavia, più della metà dei bambini sud sudanesi non vanno a scuola prevalentemente come conseguenza della guerra civile scoppiata nel 2013. Durante il conflitto le scuole sono state distrutte o trasformate in baracche, e i bambini continuano ad essere arruolati tra le forze governative e quelle ribelli. Nonostante il sud Sudan continui ad essere uno dei Paesi più poveri del mondo, offre riparo a 263 mila profughi prevalentemente dal Sudan. dalla Repubblica Centrafricana, dalla Repubblica Democratica del Congo e dall’Etiopia. Si prevede che quest’anno arriveranno a 300 mila. A causa del conflitto circa il 25% della popolazione ha urgente bisogno di aiuti alimentari.
Link utili
LA REGISTRAZIONE
Email Ufficiale*
Password*
Conferma Password*
Titolo
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Codice Postale
Città*
Paese*
Telefono
Skype
Email(1)*
Email(2)
Website(1)
Website(2)
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

Pontificie Opere Missionarie
SEGRETARIATI INTERNAZIONALI
PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
...il cuore dell'animazione
e della cooperazione missionaria...
PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
... aprire il cuore di ogni credente
alla vastità dell'orizzonte missionario
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DELLA SANTA INFANZIA
... solidarietà condivisione universale
spirituale e materiale dei bambini nel nome di Gesù
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
...suscitare nella Chiesa la passione per la missione
e muovere le comunità cristiane a cooperare all’evangelizzazione...
POPF
PONTIFICIA OPERA
DELLA PROPAGAZIONE
DELLA FEDE
L’impegno della Propagazione della Fede è suscitare nel popolo di Dio uno spirito autenticamente universale per far crescere nelle Chiese locali una coscienza missionaria secondo il respiro naturale della Chiesa.
POSPA
PONTIFICIA OPERA
DI SAN PIETRO
APOSTOLO
L’Opera di San Pietro collabora
alla crescita delle giovani
chiese sostenendo
finanziariamente la costruzione
di nuovi seminari,e i programmi
di formazione dei nuovi sacerdoti,
religiosi e suore locali.
POSI
PONTIFICIA OPERA
DELL' INFANZIA
MISSIONARIA
L’Opera dell’Infanzia Missionaria o Santa Infanzia porta i bambini alla scoperta dello spirito missionario e insegna loro ad aiutare con la preghiera e con piccoli sacrifici materiali i loro coetanei nel mondo.
PUM
PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
L’Unione Missionaria, anima delle altre Opere Missionarie, è un’associazione di clero, religiosi/e e laici, che si propone di suscitare nella Chiesa la passione per la missione, di contribuire alla formazione missionaria e a spingere le comunità cristiane a cooperare e prendere parte attiva all’attività di evangelizzazione.

AMMINISTRAZIONE DEI SEGRETARIATI
-



Gli eventi del Mese...
01
INTENZIONI MISSIONARIE DI PREGHIERA 2016

Universale
Perché abbiamo cura del creato, ricevuto come dono gratuito, da coltivare e proteggere per le generazioni future.

Per l’Evangelizzazione
Perché crescano le opportunità di dialogo e di incontro tra la fede cristiana e i popoli dell’Asia.
11
Giornata Mondiale Missionaria dei malati
25
53° anniversario della proclamazione di Pauline M. Jaricot «venerabile» da parte di san Giovanni XXIII (1963)
12
s. Eulalia, s. Alessio

News

Link utili


I nostri video
LE PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE NEL MONDO
I nostri contatti


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: - E-mail: amministrazione@ppoomm.va


PONTIFICIA OPERA DELLA PROPAGAZIONE DELLA FEDE
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80108 E-mail: vati177@propfidei.va


PONTIFICIA OPERA DELL'INFANZIA MISSIONARIA
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80276 E-mail: vati176@poim.va


PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80276 E-mail: bigard@pospa.va


PONTIFICIA UNIONE MISSIONARIA
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80124 E-mail: pum@org.va


AMMINISTRAZIONE DELLE PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE

Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80134 E-mail: amministrazione@ppoomm.va


CALL CENTER
HELP ON LINE

Tel: (0039)06 698 80228 E-mail: info.portal@ppoomm.va


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT © 2016 PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE ALL RIGHTS RESERVED
ALGERIE BENIN BURUNDI CAMEROUN CÔTE D'IVOIRE ETHIOPIA GABON GHANA GUINEE GUINEA BISSAU GUINEA EQUATORIALE KENYA LESOTHO LIBERIA MADAGASCAR MALAWI MALI MAROC MOZAMBICO NAMIBIA NIGERIA UGANDA ZIMBABWE RWANDA SCOTLAND SUDAN TANZANIA TOGO TUNISIE ZAMBIA EGYPTE ERITREA BOLIVIA CHILE COLOMBIA COSTA RICA ECUADOR GUATEMALA HONDURAS MEXICO NICARAGUA PANAMA PARAGUAY PERU' VENEZUELA BRASILE HAITI URUGUAY ARGENTINA EL SALVADOR PUERTO RICO CUBA ANTILLES GUYANA FRANCESE BANGLADESH MYANMAR INDIA INDONESIA JAPAN MALAYSIA PAKISTAN PHILIPPINES SIERRA LEONE SRI LANKA TAIWAN THAILANDIA TIMOR VIETNAM TERRA SANTA IRAN TURCHIA KAZAKISTAN AUSTRIA BELGIQUE ENGLAND FRANCE GRECE ITALIA SVIZZERA PORTOGALLO SPAGNA IRELAND MALTA POLONIA ROMANIA BOSNIA & ERZEGOVINA CROAZIA SLOVENIA SLOVACCHIA UNGHERIA LUXEMBOURG PRINCIPATO DI MONACO PAPUA NEW GUINEA NEW ZEALAND AUSTRALIA SOUTH AFRICA REP. DU CONGO REPUBLIQUE CENTRAFRICAINE REP. DEM. DU CONGO REP. DOMINICANA LIBANO OLANDA SCOTLAND ILE MAURICE TCHAD REPUBBLICA CECA CANADA CANADA GERMANIA GERMANIA ANGOLA NIGER SENEGAL U.S.A. SCANDINAVIA NOUVELLE CALEDONIE KOREA CABO VERDE