AFRICA/GUINEA BISSAU - Dimissioni del Vescovo di Bissau
12/07/2020

Città del Vaticano - Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Bissau , presentata da S.E. Mons. José Câmnate na Bissign.
ASIA/COREA DEL SUD - Il Cardinale Yeom ai parlamentari cattolici: vivere la politica come "forma eminente di carità"
12/07/2020

Seoul - Mettere in atto politiche che privilegiano l'assistenza ai poveri e ai più vulnerabili, in modo che la politica possa essere una "forma eminente di carità", come l'ha definita Papa Francesco nel suo Messaggio per la 52a Giornata mondiale della pace. E' quanto ha detto ai parlamentari cattolici dell'Assemblea nazionale, membri dei diversi partiti, il Cardinale Andrew Yeom Soo-jung, Arcivescovo di Seoul, visitando l'Assemblea nazionale di Yeouido, il 10 luglio, e celebrando una messa per i deputati cattolici della 21a Assemblea nazionale della Repubblica della Corea, appena eletta nella nazione.
Come comunica a Fides l'Ufficio comunicazioni dell'Arcidiocesi, alla messa, presieduta dal Cardinale e concelebrata da nove sacerdoti dell'Arcidiocesi, hanno partecipato 43 membri del Congresso cattolici e alcuni membri dello staff dell'Assemblea Nazionale.
Il Cardinale ha sottolineato l'impegno della Chiesa per la vita, invitando i presenti a "sostenere i valori della vita e consentire la coesistenza pacifica di tutti", a interessarsi e a essere uniti a questo impegno culturale e di azione nella società coreana..
Riferendosi alla cornice della pandemia, il Cardinale Andrew Yeom ha sottolineato: "In questo periodo di turbolenze a causa del Covid-19, ci rendiamo di nuovo conto che siamo tutti vulnerabili e indifesi. Come ha detto Papa Francesco, siamo andati avanti a rotta di collo, sentendoci potenti e capaci di fare qualsiasi cosa. Non ci siamo fermati, non siamo stati scossi da guerre o ingiustizie in tutto il mondo, né abbiamo ascoltato il grido dei poveri o del nostro pianeta malato". E ha ricordato ai parlamentari di essere sempre attenti e di promuovere politiche in favore dei poveri e degli indigenti.
Dopo la messa, il Cardinale ha avuto un incontro con il Presidente dell'Assemblea nazionale, Park Byeong-seug, e ha espresso l'auspicio che i membri del Congresso della 21a Assemblea nazionale possano "alleggerire il cuore dei cittadini coreani, perdonando, lavorando in armonia tra loro" e restando uniti ogni volta che avvengono prove e difficoltà per la nazione.






AMERICA/COSTA RICA - Si aggrava la crisi per il Covid 19: i Vescovi indicono una Giornata di preghiera il 12 luglio
12/07/2020

San José – I Vescovi della Costa Rica invitano tutti i cattolici, i cristiani, i credenti e tutte le persone di buona volontà, ad unirsi domani, domenica 12 luglio, ad una Giornata di preghiera per una serie di intenzioni legate alla situazione che sta vivendo il paese a causa del diffondersi dell’epidemia di Covid-19. Invitano quindi i sacerdoti a scegliere per la messa il formulario del Messale Romano “Per diverse necessità”, “pregando per la fine della pandemia”, e propongono una serie di monizioni per i diversi momenti della celebrazione eucaristica.
Nella loro lettera i Vescovi elencano le intenzioni di preghiera: per il recupero dei malati di Covid-19 nel paese; per i medici, gli infermieri e il persone sanitario, perché abbiano la forza “per rispondere alle necessità dei malati e dei loro familiari”; per le autorità governative, perché sappiano rispondere alle esigenze della popolazione nel campo sanitario, economico e sociale; per le forze di sicurezza e di polizia, affinché “mantengano l’ordine e la pace sociale”; per i coltivatori e i produttori delle diverse aree, perché mantengano la speranza nelle avversità del momento; per il riposo eterno di tutti i defunti, specialmente quelli morti di Covid-19, e il conforto dei loro familiari; perché tutti i cittadini osservino responsabilmente le norme sanitarie.
“Nelle nostre chiese, templi, luoghi di culto e nell’ambito delle nostre famiglie – concludono - , si innalzi la nostra supplica al Padre eterno e misericordioso, per mezzo di Gesù Cristo, il Signore, attraverso la potente intercessione di nostra Madre, la Beata Vergine Maria, Regina degli Angeli”.
Il 3 luglio la Conferenza Episcopale della Costa Rica ha pubblicato un Messaggio “di fronte all’aggravarsi della crisi per il Covid-19 nel paese”, in cui esorta ad “assumerci le nostre responsabilità, e a rafforzare l’unità e la speranza”. “Oggi l’America latina è l’epicentro della pandemia e il Costa Rica non sfugge a questa realtà” hanno scritto i Vescovi, richiamando le parole di Papa Francesco. In questo momento nel paese cresce esponenzialmente il numero dei contagi e aumenta il numero dei malati, con il rischio di un collasso degli ospedali, rilevano, e sottolineano: “è una grave responsabilità morale, derivata dalla fede, prendersi cura della propria salute e di quella di coloro che ci sono accanto, osservando scrupolosamente le indicazioni sanitarie che ci hanno dato le autorità fin dall’inizio della crisi. La vita è un dono di Dio, che ognuno deve curare per se stesso e per gli altri”.
Nel messaggio i Vescovi denunciano “una mancanza di coscienza e di responsabilità nel grande aumento dei casi registrato negli ultimi giorni”, quindi richiamano tutti ad accogliere e ad osservare le norme sanitarie, come anche a mostrare solidarietà verso gli ultimi, avendo a cuore la salute di tutti i costaricani. “Il Signore è sempre la nostra forza” conclude il messaggio, esortando ad avere sempre fiducia in Lui e nella intercessione della Vergine Maria.
AFRICA/NIGERIA - “Tutti devono condannare lo stupro che è un atto intrinsecamente malvagio” afferma l’Arcivescovo di Lagos
12/07/2020

Abuja – “Le Sacre Scritture e la Chiesa nel corso dei secoli hanno condannato ogni perversione sessuale, incluso lo stupro. Lo stupro ferisce profondamente il rispetto, la libertà, l'integrità fisica e morale della vittima. Provoca gravi danni alla vittima, a volte per tutta la vita. Lo stupro è un atto intrinsecamente malvagio che è ancora più grave e condannabile quando viene inflitto ai bambini dai genitori o da coloro che esercitano su di loro qualsiasi forma di autorità, in particolare i responsabili della loro istruzione”. Così l’Arcivescovo metropolita della Provincia ecclesiastica di Lagos, Sua Ecc. Mons. Alfred Adewale Martins, ha condannato l’ondata di violenze sessuali in Nigeria, in una dichiarazione rilasciata di recente a Lagos e firmata per suo conto dal Direttore delle comunicazioni sociali dell'arcidiocesi, p. Anthony Godonu.
Mons. Martins sottolinea che devono essere prese misure urgenti per fermare le violenze contro donne e bambini, richiamando le responsabilità di tutti: "I genitori, gli enti religiosi e le organizzazioni non governative, devono insegnare il rispetto delle donne ai propri figli; le agenzie governative interessate devono prestare attenzione ai contenuti che sessualizzano le ragazze nei video musicali e devono imporre restrizioni più rigorose sui materiali pornografici che sono così facilmente disponibili su Internet”.
Ha aggiunto: “Ogni persona deve anche resistere all'opinione comune secondo cui le persone devono soddisfare qualsiasi desiderio o tendenza, agendo come se fossimo animali inferiori che non hanno alcun controllo sui loro desideri e bisogni. Tutti devono chiedere giustizia per le vittime di stupro e la punizione più severa possibile per gli stupratori”.
L'Arcivescovo ha invitato la polizia della Nigeria a garantire giustizia alle vittime di stupro e alle organizzazioni non governative e agli operatori sanitari di collaborare con altri organismi professionali competenti per offrire assistenza e consulenza necessaria alle vittime di stupro al fine di aiutarle a superare il trauma.
L’intervento di condanna delle violenze sessuali da parte di Mons. Martins segue quello del 21 giugno di Sua Ecc. Mons. Ignatius Ayau Kaigama, Arcivescovo di Abuja .

Link utili
LA REGISTRAZIONE
Titolo
Nome*
Cognome*
Email Ufficiale*
Email Personale
Ruolo*
Nazione*
Città*
Diocesi*
Telefono
Indirizzo
Codice Postale
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

News

Link utili


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT ©2020PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE TUTTI I DIRITTI RISERVATI