India
Calcutta - Seminario Maggiore Stella del Mattino

 

Il Seminario Morning Star (Stella del Mattino) è stato fondato nel 1968 nello stato del West Bengal, Calcutta; forma seminaristi provenienti da varie diocesi del Nord dell’India.

In occasione del suo 40º anniversario è stato avviato il progetto di costruzione di un nuovo blocco per ospitare una nuova biblioteca modernamente attrezzata, che offre nuove e più ampie possibilità di studio agli alunni laici e religiosi e anche ad altri visitatori. Oltre ad una significativa partecipazione locale e al sostanziale contributo della P.O. San Pietro Apostolo, il progetto è stato finanziato anche con la partecipazione di vari organismi come Missio Aachen, Kirche in Not, e le diocesi tedesche di Colonia, Rottenburg e Stoccarda.

Messico
Tarahumara - Seminario Filosofico

 

Il nuovo seminario filosofico che si vuole costruire si trova nella diocesi di Tarahumara, una regione povera e montagnosa abitata da una popolazione indigena, i Tarahumara, nello stato di Chihuahua, nel nord del Messico.

La diocesi dà molta importanza alla cultura del popolo Tarahumara e vuole che i seminaristi realizzino le prime fasi della loro formazione a stretto contatto con le tradizioni culturali e religiose del loro popolo. La popolazione locale ha già offerto il terreno ed è disposta a contribuire con la necessaria mano d’opera. La P.O. San Pietro Apostolo vuole essere il principale finanziatore e cerca altri enti che possano collaborare.

Benin
Abomey - Seminario Filosofico

 

Il Seminario Filosofico "San Paolo Djime", nella diocesi di Abomey in Benin, è un seminario inter-nazionale, con 152 seminaristi (febbraio 2014), nell’anno accademico 2014-2015, inizierà il terzo anno di filosofia; grazie a questo si potrà realizzare in forma sempre più approfondita la formazione accademica dei futuri sacerdoti.

Al fine di accogliere 65 nuovi seminaristi, comincerà, con l'aiuto di POSPA, la costruzione di un edificio a tre piani, con la previsione di essere completato in tre fasi.

Repubblica Democratica del Congo
Kole - Seminario Saint Kizito

 

Nel 2013, il Seminario Minore di St. Kizito, nella diocesi di Kole, Repubblica Democratica del Congo, ha ricevuto POSPA un Sussidio straordinario per la costruzione di nuove aule.

Nel 2014 il seminario, che ancora non aveva un luogo di preghiera, sempre con l’aiuto di POSPA, ha potuto costruire una cappella.

STORIA
 

L’Opera di S. Pietro Apostolo nasce in Francia (1889) dietro il suggerimento di Mons. Cousin, Vicario Apostolico di Nagazaki, Giappone. Mons. Cousin, vescovo missionario, voleva formare sacerdoti indigeni, capaci di annunciare il vangelo e far crescere la Chiesa in mezzo al loro stesso popolo. Per questo, bisognava costruire e sostenere seminari nelle ‘terre di Missione’.

Per realizzare questo progetto, Mons. Cousin si rivolge a Jeanne Bigard e a sua madre Stefanie, di famiglia benestante della Normandia.

Alla morte di suo padre, Jeanne vende tutti i suoi beni e li destina alle missioni, si ritira con la madre in un piccolo appartamento di due stanze, dedicandosi totalmente all’organizzazione di preghiere e di raccolta fondi per la costruzione del seminario giapponese di Mons. Cousin.

La sua fitta corrispondenza epistolare con i numerosi missionari presenti in vari paesi, la porta a voler coinvolgere altri gruppi di persone per cercare sostegno economico e spirituale per altri progetti missionari. È dall’organizzazione di questi gruppi di laici cattolici che nasce, tra il 1889 e il 1896, un’Associazione che diventerà poi l’Opera di S. Petro Apostolo. Nel 1894 Jeanne Bigard stampa il suo primo Manifesto rivolto a tutti i cristiani per incoraggiare questo aiuto allo sviluppo delle Missioni Cattoliche. Nel 1896 si riunisce per la prima volta il Consiglio di Amministrazione dell’Opera e si stampa il primo opuscolo di propaganda.

L’Opera viene ufficialmente fondata nel 1889 nella città di Caen, in Francia. La sede viene inizialmente trasferita a Parigi nel 1901, e successivamente a Friburgo in Svizzera. Dal 1920 la sede si trova a Roma.

 

Papa Leone XIII, con la Lettera Enciclica Ad extremas Orientis, raccomanda l’Opera a tutta la Chiesa, e il 3 maggio 1922, Pio XI dichiara l’Opera di S. Pietro Apostolo “Pontificia”, insieme alle altre due precedenti (Propagazione della Fede e Infanzia Missionaria).

MISSIONE - FAQ

L’Opera di S. Pietro Apostolo promuove, nelle comunità cristiane, la coscienza del bisogno di sviluppare il clero locale e la vita consacrata nelle chiese missionarie di recente fondazione.

Anima e coordina la collaborazione missionaria in tutte le chiese locali, attraverso l’offerta della preghiera, di sacrifici e di denaro, per sostenere la formazione dei futuri sacerdoti e religiosi/e delle giovani chiese, e la necessaria preparazione dei loro formatori.

Raccoglie e distribuisce aiuti finanziari per sostenere i seminari e le case di formazione dei giovani religiosi e religiose, in collaborazione con le comunità cristiane locali e sotto la guida dei loro pastori.

La collaborazione economica dell’Opera di S. Pietro Apostolo si realizza attraverso i Sussidi Ordinari per i mantenimento dei seminaristi, novizi e novizie; i Sussidi Straordinari per la costruzione di nuovi seminari e per i progetti di auto-finanziamento di quelli già esistenti; le Borse di Studio e le ‘Intenzioni di S. Messa’ per sostenere i formatori e i loro programmi di studio.

 

FAQ - Domande Poste Frequentemente


Che cos'è la Pontificia Opera di San Pietro Apostolo?

È un’Istituzione della Chiesa universale fondata per sensibilizzare il popolo cristiano ai bisogni della formazione del clero locale, delle religiose e religiosi nei Paesi di Missione e invitarlo a collaborare spiritualmente e materialmente alla preparazione dei candidati al sacerdozio e alla vita religiosa.


Come è nata la Pontificia Opera di San Pietro Apostolo?


Essa è il frutto della passione missionaria di Jeanne Bigard e di sua madre Stephanie che, alla fine del secolo XIX in Francia, posero le basi dell'Opera, richiamando l'attenzione di tutta la chiesa sull'insostituibile ruolo riservato al clero locale nelle missioni e promuovendone il sostegno spirituale e materiale.
Sorta quindi come particolare iniziativa ispirata dallo Spirito, l'Opera si è subito estesa con l'appoggio della Santa Sede che ne ha fatto in seguito un'organizzazione pontificia (3 maggio 1922), al fine di garantire una maggiore efficacia ed un carattere universale.

In che senso l’Opera è "Pontificia "?

È Pontificia perché è un’Istituzione al servizio del Papa e del Collegio dei Vescovi. In virtù del suo ministero di Pastore supremo della Chiesa e in comunione con tutti i Vescovi del mondo, il Santo Padre ha più di chiunque altro la visione globale dei bisogni di ciascuna Chiesa locale.
Al Santo Padre spetta richiamare gli altri Pastori alla loro responsabilità missionaria universale ed invitarli a partecipare ad uno sforzo comune, tra di loro, ed insieme a lui, per l’evangelizzazione del mondo, il Papa esercita la sua autorità sulle Pontificie Opere Missionarie per mezzo della Sacra Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.


Quale aiuto concreto offre l’Opera di San Pietro Apostolo?

Gli aiuti dell'Opera sono attribuiti sotto forma di sussidi ordinari e straordinari. Sono ordinari i sussidi finalizzati al normale funzionamento dei seminari e noviziati e concessi ogni anno sulla base del numero dei seminaristi e novizi/e.
I sussidi straordinari vengono accordati per costruzioni di nuovi seminari, eventuali ristrutturazioni, ampliamenti o per altre necessità importanti del seminario.


Come vengono raccolti e distribuiti gli aiuti dell’Opera di San Pietro Apostolo?

L' Opera ha costituito un proprio Fondo Universale di Solidarietà alimentato dalle offerte inviate ogni anno dalle comunità cristiane dei 120 Paesi nei quali essa svolge l'azione di sensibilizzazione che le è propria. Partecipano al Fondo anche le giovani Chiese beneficiarie degli aiuti distribuiti dall'Opera.
Lo spirito che le anima è Io stesso che fu già delle prime comunità cristiane: "chi aveva proprietà e sostanze le vendeva e ne faceva parte a tutti, secondo il bisogno di ciascuno" (Atti 2,45). Questo Fondo esprime il senso cattolico, universale della comunione ecclesiale. Esso si preoccupa delle necessità di tutte le giovani Chiese di missione, in particolare di quelle più bisognose perché di recente fondazione o perché appartenenti a Paesi poveri di mezzi economici.
Le richieste di contributo giungono al Segretariato Internazionale dell'Opera (a Roma) che provvede a raccogliere per Continente e Paese di provenienza; subito dopo sono sottoposte ad un primo esame che ha Io scopo di verificare l'esistenza dei prescritti requisiti oggettivi; è sempre necessaria l’approvazione delle autorità ecclesiastiche locali.
Successivamente viene redatta una proposta di assegnazione di sussidi per ogni seminario, che viene discussa dai Direttori Nazionali delle Pontificie Opere Missionarie durante la loro Assemblea Generale annuale che si svolge a Roma nel mese di maggio sotto il patrocinio della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli. I Direttori provvedono collegialmente alla definitiva approvazione del piano di assegnazione dei sussidi che vengono quindi inviati ai seminari interessati tramite le Nunziature Apostoliche.


Da chi sono presentate le richieste d’aiuto?

Dal Rettore per i Seminari Maggiori e Propedeutici. Dal Vescovo  o dal Rettore per i Seminari Minori. Dai superiori religiosi, per i noviziati. Le richieste di aiuto per il mantenimento (sussidio ordinario) devono pervenire tramite uno specifico formulario entro il 31 gennaio.
Le domande per costruzioni, ampliamento, ristrutturazione ed altre necessità dei Seminari (sussidio straordinario) vanno ugualmente inoltrate tramite un apposito formulario entro il entro il 31 gennaio.
Tutte le richieste devono pervenire tramite la Nunziatura Apostolica locale.


Vengono offerti degli aiuti anche alle Congregazioni Religiose?


Nonostante la priorità dell’Opera sia la formazione del clero diocesano, P.O.S.P.A. assegna anche dei sussidi per il mantenimento dei novizi e delle novizie del I anno canonico dei noviziati situati nei Paesi di Missione.
Tali richieste sono presentate dal Superiore della Congregazione, raccolte dalla Conferenza dei Superiori Maggiori della propria Nazione e inoltrate al nostro Segretariato Internazionale a Roma, tramite la Nunziatura Apostolica locale. Tutte le domande per i Noviziati devono pervenire a questo ufficio entro il 31 luglio.


È previsto un contributo per gli studi universitari dei sacerdoti?


Quanto alla formazione universitaria del clero locale, l’Opera di San Pietro Apostolo contribuisce tramite l’assegnazione di borse di studio per corsi di specializzazione, che sono effettuati soprattutto negli Istituti Superiori dell’Africa.
I sacerdoti dai paesi di Missione che frequentano le Università romane e sono alloggiati nei  Collegi missionari della Fondazione Pontificia Domus Missionalis, (San Pietro, San Paolo, San Giuseppe), sono sussidiati con il fondo della Giornata Missionaria Mondiale, gestito dalla Pontificia Opera Missionaria della Propagazione della Fede.
I Vescovi che desiderino presentare dei candidati per questi collegi devono far pervenire la domanda alla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, entro il 31 dicembre.


Esiste la stessa possibilità di studi superiori anche per le religiose?


Lo stesso fondo della Giornata Missionaria Mondiale sussidia anche il Collegio Mater Ecclesiae, della Domus Missionalis, a Castel Gandolfo (Roma), che ospita le Religiose provenienti dai Paesi di Missione.
Le Superiore delle Congregazioni che desiderino inviare qualche religiosa a studiare a Roma, possono inoltrare la domanda alla Direttrice dello stesso Collegio, sempre attraverso la Nunziatura Apostolica. I termini validi per la presentazione delle domande sono gli stessi dei sacerdoti (31 dicembre).


L’Opera di San Pietro Apostolo interviene anche in situazioni di emergenza?


Gli interventi dell'Opera rientrano nell'ottica di una cooperazione pianificata e regolare che non esclude comunque l'erogazione di aiuti per particolari e improvvise necessità nell’ambito specifico in cui opera.


Come si può sostenere l’Opera di San Pietro Apostolo?

La testimonianza di una vita evangelicamente ispirata, l'offerta di sacrifici, la preghiera quotidiana e l'impegno concreto, anche nell'ambito della propria comunità, per la promozione di nuove vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa e missionaria, sono senza dubbio le modalità principali attraverso le quali si esprime la forza dell’Opera.
Poiché tutti i battezzati sono chiamati a cooperare alla missione universale della Chiesa, l'Opera si rivolge a tutto il Popolo di Dio: famiglie, comunità di base, parrocchie, scuole, movimenti associazioni, gruppi ecclesiali, vescovi, sacerdoti, religiosi, suore e laici.
Non meno importante è l'offerta di contributi economici, del tutto liberi, in misura delle possibilità di ciascuno. Le offerte, lasciti, etc.,  possono essere affidate alla Direzione Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie (Opera di San Pietro Apostolo) presente in ogni Nazione.

A chi ci si può rivolgere per avere altre informazioni sull’Opera?

Ci si può rivolgere direttamente al Segretario Generale dell’Opera Padre Fernando Domingues, mcci

Segretariato Internazionale della Pontificia Opera di San Pietro Apostolo
Via di Propaganda I-C
00187 ROMA
Tel. +39 06 69.88.02.28 - Fax. +39 06 69.88.01.08

E-mail: bigard@pospa.va
Sito Web: www.ppoomm.va
LA REGISTRAZIONE
Titolo
Nome*
Cognome*
Email Ufficiale*
Email Personale
Ruolo*
Nazione*
Città*
Diocesi*
Telefono
Indirizzo
Codice Postale
MESSAGGIO

PASSWORD DIMENTICATA
UTENTE

PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese,
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...

PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
…collaborare alla crescita delle giovani chiese,
nella formazione di nuovi sacerdoti, religiose e religiosi...
STORIA
  L’Opera di S. Pietro Apostolo nasce in Francia (1889) dietro il suggerimento di Mons. Cousin, Vicario Apostolico di Nagazaki, Giappone. Mons. Cousin, vescovo missionario, voleva formare sacerdoti indigeni, capaci di annunciare il vangelo e far crescere la Chiesa in mezzo al loro stesso popolo. Per questo, bisognava costruire e sostenere seminari nelle ‘terre di Missione’. Per realizzare questo progetto, Mons. Cousin si rivolge a Jeanne Bigard e a sua madre Stefanie, di famiglia benestante della Normandia. Alla morte di suo padre, Jeanne vende tutti i suoi beni e li destina alle missioni, si ritira con la madre in un piccolo appartamento di due stanze, dedicandosi totalmente all’organizzazione di preghiere e di raccolta fondi per la costruzione del seminari...

MISSIONE - FAQ
L’Opera di S. Pietro Apostolo promuove, nelle comunità cristiane, la coscienza del bisogno di sviluppare il clero locale e la vita consacrata nelle chiese missionarie di recente fondazione.
Anima e coordina la collaborazione missionaria in tutte le chiese locali, attraverso l’offerta della preghiera, di sacrifici e di denaro, per sostenere la formazione dei futuri sacerdoti e religiosi/e delle giovani chiese, e la necessaria preparazione dei loro formatori.
Raccoglie e distribuisce aiuti finanziari per sostenere i seminari e le case di formazione dei giovani religiosi e religiose, in collaborazione con le comunità cristiane locali e sotto la guida dei loro pastori.
La collaborazione economica dell’Opera di S. Pietro Apostolo si realizza attraverso i Sussidi...



Progetti
Repubblica Democratica del Congo





PONTIFICIA OPERA DI SAN PIETRO APOSTOLO
Segretariato Internazionale
Via di Propaganda, 1C 00187 ROMA
Tel: (0039)06 698 80228 Fax: (0039)06 698 80276 E-mail: bigard@pospa.va


PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE
Segretariati Internazionali
PRIVACY
CONDIZIONI DI UTILIZZO
DISCLAIMER
COPYRIGHT ©2017PONTIFICIE OPERE MISSIONARIE TUTTI I DIRITTI RISERVATI