“Piacere, sono Pauline!” - Concorso di disegno e di poesia per ragazzi

“Piacere, sono Pauline!” - Concorso di disegno e di poesia per ragazzi

Conosci Pauline Jaricot?

È stata beatificata a Lione il 22 maggio scorso alla presenza di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo. Ma forse il suo nome non ti è nuovo perché è legato ai ragazzi missionari!

Nei numeri scorsi, "Il Ponte d'Oro" ne ha parlato più volte: questa donna francese, infatti, ha vissuto per la missione universale, cioè per tutti, senza distinzione, senza privilegiare un Paese o un’area geografica particolare. Inoltre, ha suggerito al fondatore dell'Infanzia Missionaria, monsignor Charles de Forbin Janson, l'idea di chiedere ai bambini francesi di aiutare i loro coetanei del mondo. E così è nata l'Opera della Santa Infanzia nel 1843.

Per conoscere meglio la sua storia e la sua originalità, leggi la biografia a fumetti uscita sul n.9/2020 de "Il Ponte d’Oro". Puoi anche cercare nel web info sulla sua vita.

In suo nome, e per conoscerla meglio, ecco un concorso nazionale dal titolo "Piacere, sono Pauline!".

I ragazzi che lo desiderano possono realizzare un disegno o una poesia su questa figura così bella ma poco nota, che la descriva in una circostanza significativa della sua vita.

REGOLAMENTO

1. I vincitori del concorso “Piacere, sono Pauline” verranno scelti sulla base del materiale arrivato a ilpontedoro@missioitalia.it entro il 15 novembre2022.

2. Gli elaborati spediti devono indicare nome, cognome e indirizzo completo degli autori.

3. Tra i lavori che arriveranno in redazione entro la data indicata, una giuria sceglierà il miglior disegno e la miglior poesia che meglio riescono a descrivere l’essenza di Pauline.

4. Oltre al “Premio giuria”, verrà assegnato anche il “Premio Popolare". Come? Gli elaborati verranno pubblicati in appositi album sulla pagina Facebook de "Il Ponte d’Oro”, chi riceverà più “Mi piace” nell’intervallo di tempo indicato nel post, sarà il vincitore del “Premio popolare”.

5. I vincitori di entrambe le sezioni, oltre a veder pubblicati i propri elaborati sul Giornalino, si vedranno recapitare un premio a sorpresa.