Intention de prière du Pape

Prions pour que les progrès de la robotique et de l'intelligence artificielle soient toujours au service de l'être humain

11 novembre 2020

< Revenir à

Papa Francesco guarda al progresso tecnologico che sta segnando la contemporaneità e prega perché questo progresso sia reale, cioè non aumenti le diseguaglianze ma rispetti la persona e il Creato. Questa è l’intenzione di preghiera del mese di novembre 2020 del Santo Padre: “Preghiamo affinché il progresso della robotica e dell’intelligenza artificiale sia sempre al servizio dell’essere umano”. Il Papa auspica a proposito di questo progresso che possa arrivare a dirsi “umano”. Spiega il Santo Padre nel video a commento dell’intenzione di preghiera: “L’intelligenza artificiale è alla base del cambiamento di epoca che stiamo vivendo. La robotica può rendere possibile un mondo migliore se è unita al bene comune. Perché se il progresso tecnologico aumenta le diseguaglianze non è un progresso reale. I progressi futuri devono essere orientati al rispetto della dignità della persona e del Creato. Preghiamo affinché il progresso della robotica e dell’intelligenza artificiale sia sempre al servizio dell’essere umano… possiamo dire “sia umano””.