Webinar: I social media per l’evangelizzazione in Asia centrale, Arcidiocesi di Almaty, Kazakistan, 1 – 5 febbraio 2021

Webinar: I social media per l’evangelizzazione in Asia centrale, Arcidiocesi di Almaty, Kazakistan, 1 – 5 febbraio 2021

< Torna a

Il ciclo di webinar “I social media per l’evangelizzazione in Asia centrale”, organizzato dall’Arcidiocesi di Almaty (Kazakistan) e sostenuto dalla Pontifica Unione Missionaria, si è svolto online dal 1° al 5 febbraio 2021. L’iniziativa è nata dal desiderio di formare giovani e operatori pastorali, nei cinque Paesi dell’Asia centrale (Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan), alla conoscenza degli strumenti digitali, favorendo una mentalità che consideri la comunicazione e i mass-media come un’opportunità per l’annuncio e la diffusione del Vangelo. Tale obiettivo ha portato all’elaborazione di un programma che ha toccato le diverse sfaccettature della comunicazione sul web, soprattutto tramite i social media.

Tema del primo incontro è stato “Il web e i social network: opportunità, rischi ed uso consapevole”. La dott.ssa Laura Fracasso, Social media manager e digital strategist, ha illustrato le peculiarità della comunicazione mediata dai social, con un approfondimento sulle opportunità, ma soprattutto sui rischi che l’utilizzo personale di questi canali può comportare.

Il secondo webinar si è suddiviso in due parti. La prima illustrata sempre dalla dott.ssa Fracasso sul tema “I diversi social media e le loro peculiarità”: ogni social è unico e richiede una diversa gestione, perché nonostante la struttura generale e la logica alla base siano simili, ogni social ha delle caratteristiche diverse, quindi contenuti, forma e tematiche vanno studiate e pianificate volta per volta. La seconda parte, presentata dalla dott.ssa Anastasia Krivonos, laureata in filologia presso “Kazakh Ablai Khan University of International Relations and World Languages” e Communication Manager presso Caritas Kazakistan, è stata dedicata all’analisi di vari casi studio riguardanti i social media in Asia centrale, con un focus particolare sulle realtà no-profit e sulla Chiesa locale.

Nella terza giornata, il Prof. Juan Bautista Narbona Cárceles, professore incaricato della Facoltà di Comunicazione Sociale dell’Università Pontificia della Santa Croce, ha parlato di “Elaborare una strategia digitale: canali e modalità”, ovvero di come coordinare il lavoro nei diversi canali digitali con il fine di comunicare uno stesso messaggio. In particolare ci si è concentrati su ciò che deve fare chi gestisce i canali social di un’organizzazione o di qualsiasi realtà che vuole comunicare al pubblico il proprio messaggio.

Il quarto webinar è stato presentato dalla dott.ssa Chiara Landi, dottoressa di Ricerca in Comunicazione, Marketing e Ricerca Sociale presso l’Università “La Sapienza” di Roma, e responsabile del Digital Department di Pro Format Comunicazione. Ha affrontato il tema “Social Advertising: come effettuare campagne a pagamento e ottenere risultati con budget minimi”, entrando nelle dinamiche delle inserzioni sponsorizzate, strumenti utili al perseguimento di obiettivi di sensibilizzazione, coinvolgimento e promozione di progetti o prodotti attraverso i social.

L’ultimo webinar, “Blog e scrittura giornalistica per il web”, tenuto dal dottor Paolo Affatato, giornalista e saggista, responsabile della redazione “Asia” nell’agenzia di stampa vaticana Fides, ha fornito ai partecipanti le conoscenze e le competenze per scrivere in modo efficace sul web e per diffondere i contenuti del proprio blog attraverso i social media. L’iniziativa si è conclusa con un intervento dedicato al valore delle relazioni umane sui social media, come strumento di evangelizzazione e presenza nel mondo digitale.

La sessione conclusiva è stata affidata a Fr. Leopold Kropfreiter, S.J.M. direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Kazakistan, che è intervenuto sul tema “La missione della Chiesa nel mondo digitale e le Pontificie Opere Missionarie in Asia Centrale”. La relazione ha tracciato la necessità di coltivare, nell’ambiente digitale e con tutti i diversi strumenti, una comunicazione costruttiva e dialogica, che rifugga parole ostili, fake news, aggressività. Per finire si sono presentate le strutture e le attività pastorali delle Chiese dell’Asia centrale e la loro azione missionaria, sostenuta dalla rete delle Pontificie Opere Missionarie.

 

Insieme possiamo cambiare molte storie.  <br><br> Supporta il lavoro dei missionari di tutto il mondo.

Insieme possiamo cambiare molte storie.

Supporta il lavoro dei missionari di tutto il mondo.